Triplo Candlestick Pattern: stella del mattino e della sera

Nella seguente lezione imparerai come interpretare i modelli (pattern) a candela (candlestick) più complessi utilizzando tre candele per determinare inversioni di prezzo.

La formazione della candela denominata stella del mattino (morning star)

La stella del mattino è un pattern di inversione al rialzo che si trova alla fine di un trend al ribasso.

  1. La prima candela è ribassista.
  2. La seconda candela ha un piccolo corpo. Non importa se il secondo corpo è rialzista o ribassista (anche se un corpo rialzista con un piccolo o nessun stoppino superiore indica più forza rialzista). Il piccolo corpo serve come un indicatore che gli orsi stanno perdendo la loro capacità di guidare il mercato più in basso. E’ anche possibile che la seconda candela non abbia nessun corpo (candela doji).
  3. Il terzo corpo è rialzista e chiude entro la prima candela, preferibilmente oltre la metà della prima candela. Questo dimostra che i tori stanno guadagnando il controllo.

 

Paolo Serafini Topborsa

Morning Star Topborsa

La formazione della candela denominata stella della sera (evening star)

La stella della sera è la controparte ribassista del pattern stella del mattino. La stella della sera è un pattern di inversione e appare dopo un trend al rialzo.

  1. La prima candela ha un forte corpo rialzista.
  2. La seconda candela ha un piccolo corpo. Può essere rialzista o ribassista. E ‘anche possibile che la seconda candela non abbia nessun corpo (candela doji).
  3. La terza candela ha un forte corpo ribassista e chiude all’interno del corpo della prima candela, preferibilmente oltre la metà della prima candela.

 

Paolo Serafini Topborsa

Evening Star Topborsa

Sommario

Finora, si è appreso che:

  • la stella del mattino e la stella della sera sono modelli di inversione.
  • la prima candela è nella direzione del trend.
  • la seconda candela può essere rialzista o ribassista e ha un piccolo corpo, che denota indecisione del mercato.
  • la terza candela è una candela in direzione dell’ inversione, chiudendo preferibilmente oltre il livello a metà della prima candela.